Domanda ATA: cosa si intende con l’espressione “Amministrazioni statali” ed “ Enti locali” [FAQ Ufficiale]

graduatorie ATA

Le tabelle titoli del personale ATA prevedono la valutazione del:

Servizio prestato alle dirette dipendenze di amministrazioni statali, negli Enti locali e nei patronati scolastici

In tal caso, le tabelle titoli prevedono l'attribuzione di punti 0,60 per ogni anno di servizio e di punti 0,05 punti per ogni mese di servizio o frazione superiore a 15 gg (fino a un massimo di punti 0,60 per c ascun anno scolastico).

Il punteggio per il servizio prestato con rapporto di lavoro a tempo parziale con lo Stato o gli Enti Locali, per tutti i titoli di servizio valutabili ai sensi delle presenti Tabelle di Valutazione, è assegnato per intero, secondo i valori espressi nella corrispondente tabella di valutazione de titoli.

Cosa si intedono per Amministrazioni Statali e per Enti locali? Chiarimenti arrivnao dalla FAQ Ufficiale n. 22 del Ministero dell'Istruzione (che ricalca la FAQ n. 15 del precedente triennio).

 

Che cosa si intende con l’espressione “Amministrazioni statali” ed “ Enti locali” contenuta nelle tabelle di valutazione dei titoli allegate al DM 50 del 3 marzo 2021?

Per Amministrazioni statali si intendono le amministrazioni centrali di cui all’elenco pubblicato annualmente a cura dell’ISTAT nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell’art. 1, comma 3, della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e ss.mm.ii. Si allega l’elenco. Per enti locali, invece, si intendono, ai sensi dell’art. 2, comma 1 del D. Lgs 267 del 2000 , i comuni, le province, le città metropolitane, le comunità montane, le comunità isolane e le unioni di comuni.

 

FAQ PRECEDENTE TRIENNIO

DM 50 DEL 3 MARZO 2021


Stampa