Graduatorie d'istituto docenti: controlli delle dichiarazioni e convalida del punteggio

Secondo l'art. 7 del DM 374/2017 (Decreto di Aggiornamento delle graduatorie d'istituto), in occasione della stipula del primo rapporto di lavoro per gli aspiranti nel periodo di vigenza delle graduatorie, sono effettuati i relativi controlli delle dichiarazioni presentate, con le modalità previste dagli artt. 71 e 72 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445. 
I controlli riguardanti dichiarazioni sostitutive di certificazione sono effettuati dall'amministrazione procedente consultando direttamente gli archivi dell'amministrazione certificante ovvero richiedendo alla medesima, anche attraverso strumenti informatici o telematici, conferma scritta della corrispondenza di quanto dichiarato con le risultanze dei registri da questa custoditi.
graduatorieistituto
CHI EFFETTUA I CONTROLLI
I controlli sono effettuati dall'istituzione scolastica che gestisce la domanda dell'aspirante, anche se richiesti da altre scuole interessate, e devono riguardare il complesso delle situazioni dichiarate dall'aspirante, per tutte le graduatorie richieste in cui è risultato incluso.

Ad effettuare il controllo sarà quindi la scuola polo che gestisce la domanda del candidato su richiesta della prima scuola di servizio.

CONVALIDA

In caso di effettuazione dei predetti controlli, il dirigente scolastico che gestisce la domanda dell'aspirante comunica all'interessato e alle altre istituzioni scolastiche richieste dall'aspirante con la presentazione del modello B, l'avvenuta verifica e convalida dei dati contenuti nella domanda. A tal fine sarà emesso un decreto di convalida del punteggio che sarà comunicato a tutte le altre scuole scelte dall'interessato e di cui copia sarà rilasciata al docente.


MANCATA CONVALIDA

In caso di mancata convalida dei dati, il dirigente scolastico cui è indirizzata la domanda dell'aspirante, provvede alle conseguenti determinazioni, sia ai fini dell'eventuale responsabilità penale, di cui all'art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, sia ai fini delle esclusioni dalle graduatorie, ovvero ai fini della rideterminazione dei punteggi e posizioni assegnati al candidato nelle graduatorie di circolo e di istituto, dandone conseguente comunicazione al Sistema Informativo per i necessari adeguamenti.

ESCLUSIONE
Fatte salve le responsabilità di carattere penale, è escluso dalle graduatorie, per tutto il periodo della loro vigenza, l'aspirante di cui siano state accertate, nella compilazione del modulo di domanda, dichiarazioni non corrispondenti a verità.


Stampa