Compatibilità fra Master e TFA sostegno nello stesso anno accademico

L’art. 142 del T.U. n. 1592/1933 prevede che:

È vietata l'iscrizione contemporanea a diverse università e a diversi istituti di istruzione superiore, a diverse facoltà o scuole della stessa università o dello stesso istituto e a diversi corsi di laurea o di diploma della stessa facoltà o scuola, ad eccezione delle scuole speciali o di perfezionamento di cui all'art. 39 lettera c)".

diploma laurea

TFA, CORSI DI SPECIALIZZAZIONE SU SOSTEGNO, CLIL
Il DM. 249/2010 che istituisce il TFA, i corsi di specializzazione per le attività di sostegno e il CLIL prevede che la frequenza dei corsi previsti dal presente decreto è incompatibile, ai sensi dell’articolo 142 del Regio decreto 31 agosto 1933, n. 1592, con l’iscrizione a:

a) corsi di dottorato di ricerca;
b) qualsiasi altro corso che dà diritto all'acquisizione di crediti formativi universitari o accademici, in Italia e all'estero, da qualsiasi ente organizzati.

INCOMPATIBILITÀ MASTER E CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SUL SOSTEGNO
Cosa succede qualora i due corsi presentino lo stesso anno accademico ma siano “temporalmente” compatibili? Ad esempio il docente caio iscritto ad un Master per l'anno accademico 2020\2021, concluso prima della data di immatricolazione al corso di specializzazione su sostegno, potrà immatricolarsi senza problemi oppure vigerà il divieto di iscrizione trattandosi dello stesso anno accademico?

Rispondendo a precisa domanda, il Dott. Max Bruschi (ispettore tecnico del MIUR, docente di Legislazione scolastica nonché estensore materiale del D.M. 249/2010 e nuovo capo Dipartimento per sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero), aveva già affermato che “è la frequenza contemporanea ad essere preclusa” in quanto il divieto di contemporanea frequenza deve intendersi, appunto, come contemporanea ed effettiva frequenza e non come mero riferimento burocratico all'anno accademico.

Di conseguenza due corsi che presentano lo stesso anno accademico potrebbero essere frequentati purché non si accavallino temporalmente.

In tal senso l'Università Suor Orsola di Napoli ha recentemente emanato la seguente FAQ chiarificatrice:

Se sono stato iscritto ad un Master per l’a.a. 2019/20 che è già terminato o terminerà a breve e comunque entro la data di immatricolazione al corso di sostegno, è incompatibile con l’immatricolazione al sostegno che risulta essere stesso anno accademico 2019/20?

No, non è incompatibile. Ciò che è incompatibile è la contemporanea iscrizione ovvero essere iscritti contemporaneamente ad un Master e contemporaneamente immatricolarsi al corso di sostegno.

Ci risulta che la medesima interpretazione sia stata fornita anche da altri Atenei, tra cui quelli di Palermo, Catania, Messina, Urbino. Infatti, se non vi è contemporanea ed effettiva frequenza e avendo già concluso il master entro la data di immatricolazione al TFA sostegno, nulla osta a una nuova immatricolazione nonostante l'anno accademico sia il medesimo. 

E se il Master\Corso di laurea non è stato ancora concluso? Posso comunque sostenere le prove preselettive? Anche in questo caso l'Università Suor Orsola di Napoli ha fornito una FAQ esplicativa:

Sono iscritto ad un corso di laurea o ad un master per l’a.a. 2019/2020 posso partecipare alle prove preselettive?

Sì, si possono sostenere tutte le prove preselettive senza problemi. Ciò che è incompatibile è la contemporanea iscrizione solo nel caso in cui il candidato, superate tutte le prove, dovrà immatricolarsi al corso di specializzazione per il sostegno. In questo caso bisognerà congelare il corso di laurea o il master a cui si è iscritti fino all’ottenimento del titolo di sostegno.

Il punto è stato definitivamente chiarito dalla nota n. 1290 del 22 Luglio 2020 a firma del Capo di Dipartimento Dott. Marco Bruschi laddove si afferma che:

Un secondo aspetto merita attenzione. Nel corso degli anni, i percorsi di abilitazione TFA e di specializzazione sul sostegno si sono accavallati tra diversi anni accademici. Spesso, l’anno accademico di riferimento e l’anno accademico di effettivo svolgimento non corrispondono. Come è noto, vi è un divieto che riguarda la contemporanea frequenza di più percorsi accademici in ciascun anno accademico. Ed è per l’appunto la contemporanea frequenza a fare fede, contemporanea frequenza che ha comportato, all’epoca, la scelta da parte degli aspiranti, e che dunque è stata già risolta all’atto dell’iscrizione ai percorsi.


Stampa